carta di debito

Carta di debito: facciamo chiarezza

La carta di debito è uno strumento di pagamento, una vera e propria alternativa al denaro contante, ma quali sono le sue caratteristiche?

Cos’è la carta di debito

La carta di debito è maggiormente conosciuta come carta bancomat, la stessa viene solitamente consegnata all’apertura di un conto corrente. Nella maggior parte dei casi la prima carta di debito associata al conto corrente è gratuita, mentre se si vuole avere un’altra carta, ad esempio per consentire al coniuge o a un figlio di prelevare dal conto, verrà addebitato un canone annuo. Lo stesso solitamente ha un costo di circa 10 euro. Si tratta comunque di costi connessi alla banca scelta, qui è possibile trovare le migliori carte di debito. Insieme alla carta di debito viene consegnato anche il PIN, cioè un codice segreto che consentirà di eseguire i prelievi e i pagamenti. In alcuni casi è possibile cambiare il PIN anche se un numero limitato di volte. La carta bancomat viene consegnata sia nel caso in cui si stipuli un contratto di conto corrente in filiale, sia nel caso di conto corrente online.

Cosa si può fare con la carta di debito

Grazie alla carta di debito è possibile operare sul proprio conto corrente. In particolare è possibile eseguire dei prelievi presso gli sportelli bancomat o in filiale. I prelievi presso gli sportelli bancomat della filiale della propria banca sono solitamente gratuiti, mentre presso ATM di altre banche viene addebitata una commissione. I limiti ai prelievi giornalieri sono stabiliti nel contratto con la banca, comunque non si possono mai prelevare somme che non siano disponibili sul conto, proprio per questo la carta bancomat viene considerata equivalente al denaro contante. I limiti sono solitamente più elevati per i prelievi allo sportello.
Presso gli ATM inserendo la carta di debito e il PIN è possibile accedere anche ad ulteriori informazioni, ad esempio è possibile controllare il saldo, avere la lista movimenti, cioè la lista delle entrate e delle uscite dal proprio conto e le varie operazioni compiute. In questo modo senza dover fare la fila in banca è possibile tenere sotto controllo le spese. Inoltre con la carta allo sportello ATM è possibile eseguire ricariche telefoniche, in molti casi disporre bonifici, pagare imposte. Insomma si tratta di uno strumento versatile per la gestione del proprio denaro.

Pagamenti con il POS

La carta di debito può essere utilizzata anche per i pagamenti presso gli esercizi commerciali attraverso POS. Deve essere ricordato che i commercianti non possono rifiutare il pagamento con carta. Le transazioni eseguite sono sicure e veloci e non vi sono i rischi connessi all’avere il contante in tasca. La maggior parte delle carte di debito oggi ha tecnologia contactless quindi è possibile eseguire pagamenti di piccole somme senza dover digitare il PIN. Infine deve essere ricordato che, in caso di furto o smarrimento della carta di debito, in breve tempo rivolgendosi alla propria banca e in molti casi anche attraverso l’app della banca, è possibile bloccarla.

Fonte: https://www.cartedicredito24.it/